Toni Sanmarchi (1905-1982), oltre ad essere parte del Corpo Forestale ed alpinista, è stato autore di guide alpinistiche sul gruppo del Col Nudo-Cavallo, sulle Dolomiti del Cadore e tra gli ideatori e i curatori delle prime pubblicazioni sulle “Alte Vie” nelle Dolomiti. La sua donazione, giunta in Fondazione grazie al legame di amicizia con Giovanni Angelini, è costituita soprattutto da documentazione fotografica, stampe, diapositive e negativi e cui si aggiunge una piccola parte di opere a stampa, periodici, cartografia e materiale preparatorio alle pubblicazioni. Sanmarchi fu un grande percorritore di sentieri e la collezione di oltre 6000 fotografie e diapositive testimonia la sua passione per le terre alte e ci offre la possibilità di studiare l’evoluzione dei paesaggi forestali dal dopoguerra ad oggi.